fbpx

Perché dopo lo shampoo ho ancora i nodi ai capelli?

Perché dopo lo shampoo ho ancora i nodi ai capelli?
Rispondiamo alle domande più frequenti dei nostri clienti.

Quando i nodi vengono al pettine… vi spieghiamo come snodarli ed evitare che se ne formino altri.

La comparsa di nodi è generalmente uno dei primi campanelli di allarme di un capello poco sano a livello strutturale. Quando le squame di cheratina, che rivestono il fusto del capello, sono rovinate, creano attrito impedendo al capello di sciogliersi.

Per essere più chiari: immaginate di annodare un filo di nylon, questo tenderà a districarsi in modo naturale, in quanto le sue pareti sono perfettamente lisce. Ora immaginate di annodare un filo di lana dello stesso spessore, farete molta difficoltà a riaprire il nodo, in quanto le pareti non sono regolari e inoltre rischiate di spezzarlo.
I capelli sani sono proprio come un filo di nylon, perfettamente lisci in superficie e molto resistenti.

Il problema dei nodi nei capelli affligge soprattutto chi ha una capigliatura media/lunga.
Nondimeno per chi ha i capelli ricci e crespi.

I motivi per cui si formano i nodi sono tanti e tra i più comuni troviamo:

  • gli agenti atmosferici (vento, raggi UV, salsedine, ecc.);
  • una scarsa attenzione al mantenimento quotidiano;
  • i capelli secchi e poco idratati;
  • i capelli sfibrati;
  • il continuo sfregamento quotidiano contro i vestiti (soprattutto d’inverno con l’uso di sciarpe e cappelli), il sedile dell’automobile, il cuscino di notte.

5+1 consigli essenziali su come evitare la formazione dei nodi nei capelli.

Fortunatamente ci sono molti modi per prevenire la formazione di nodi.

  1. La prima, e secondo noi più importante, è quella di mantenere un capello sano e idratato. Effettuare periodicamente una maschera ristrutturante a base di cheratina aiuta a prevenire anche i capelli indeboliti e le doppie punte.
  2. Lavaggi meno frequenti. Lavare i capelli tutti i giorni non è molto salutare, l’ideale sarebbe 2/3 volte a settimana.
  3. Evitare di andare a dormire con i capelli bagnati. È una cattiva abitudine, perché non solo può provocare mal di testa e dolori muscolari ma anche problemi legati ai capelli. Questi infatti, quando sono bagnati, risultano essere più deboli perché le squame non sono completamente chiuse, quindi tendono ad intrecciarsi e con il tempo rischiano anche di spezzarsi.
  4. Spuntare i capelli periodicamente. Perché, come abbiamo già detto, un capello sfibrato e in presenza di doppie punte è soggetto a nodi.
  5. Spazzolare di più. Spazzolare la chioma mattina e sera, aiuta a mantenere i capelli districati e a non accumulare altri nodi.

Extra. Per chi non ama i capelli al vento, consigliamo di raccogliere i capelli a treccia o con uno chignon, facendo attenzione a non usare elastici troppo stretti per evitare di spezzare i capelli.

Edgar Degas. Donne che si pettinano
Edgar Degas. Donne che si pettinano (1875)

Come districare i nodi dai capelli bagnati?

Se non abbiamo avuto del tempo per applicare gli accorgimenti descritti sopra o non siamo stati costanti, vediamo insieme come districarli con meno danni possibili.

Innanzitutto, prima di lavare i capelli consigliamo di eliminare, il più possibile, i nodi visibili sciogliendoli prima un po’ con le mani e poi con un pettine a denti larghi, ci si può aiutare applicando un balsamo districante sulle lunghezze.

Sotto la doccia, distribuire lo shampoo sulla cute e strofinare con i polpastrelli per lavare bene ogni parte di essa, evitando di stropicciare i capelli.

Terminato il lavaggio, tamponare leggermente per togliere l’acqua in eccesso e distribuire il balsamo sulle lunghezze e ancora una volta, pettinare con un pettine sempre a denti larghi e, in un secondo tempo, con uno a denti stretti.

Si raccomanda di pettinare partendo sempre dalle punte e man mano risalire fino alla radice, senza forzare, per evitare di spezzare i capelli.

In alternativa al balsamo, da noi, puoi trovare anche dei prodotti da spruzzare sui capelli umidi che, oltre ad avere una funzione districante, nutrono e proteggono i capelli da agenti atmosferici e raggi UV, senza bisogno di risciacquo.

Come districare i nodi dai capelli asciutti?

Come per i capelli bagnati, anche con i capelli asciutti è bene cercare di sciogliere i nodi inizialmente con le mani e poi con un pettine a denti larghi o meglio ancora utilizzando una spazzola preferibilmente piatta.

Nel caso vi siano ancora molti nodi, distribuire un po’ di olio districante e poi continuare con la spazzolatura.

Raccomandiamo di utilizzare poche gocce di olio, in quanto si rischierebbe di appesantire i capelli e farli apparire sporchi.

📣 Per ulteriori informazioni, chiama per una consulenza gratuita e senza impegno al 345.4849865 oppure vieni a trovarci in via Antonio Tonelli 22 a Carpi.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: